Ambientamento - HakunaMatata
Il progressivo avvicinamento dei bambini e delle loro famiglie al nido è un processo lento che necessita di essere accompagnato in tutte le sue fasi con una modalità partecipativa che coinvolge tutte le figure professionali e familiari unite tra di loro dal desiderio di entrare in relazione.

L’ambientamento al nido è un momento molto delicato, sia per il bambino sia per i genitori,
per questo motivo è importante che sia graduale e preveda una educatrice di riferimento per tutto il periodo. HakunaMatata chiede ai genitori di aiutare il loro piccolo a entrare in questo nuovo mondo. Come inserimento al nido avverrà un  primo colloquio iniziale con i genitori e le educatrici per conoscersi, acquisire informazioni sulle abitudini e comportamenti del bambino e per iniziare a instaurare un rapporto di fiducia tra la famiglia e il nido. Il momento del distacco è spesso difficile anche per i genitori, è quindi importante che anch’essi gradualmente
si preparino a superarlo. Durante l’ambientamento, nei primi giorni di presenza al nido, è importante che la mamma o il papà stiano con il bambino e condividano con lui questa prima esperienza di autonomia. La loro presenza è fondamentale per rassicurare il piccolo e per l’avvio di un buon rapporto che coinvolge il bambino, il genitore e l’educatore, costruito sulla fiducia e sulla collaborazione. Per il periodo dell’ambientamento, della durata indicativa di una settimana, l’orario consigliato è dalle ore 9:00 alle 11:00 e prevede la presenza del genitore o di chi ne fa le veci per le due intere ore. Passati i primi due giorni di  presenza del bambino all’interno del nido, la permanenza aumenterà gradualmente nell’assoluto rispetto dei sui tempi e bisogni.  Progressivamente, il genitore si potrà allontanare per un’ora o due e sarà cura delle educatrici informarli se vi è necessità di rientrare prima o se è possibile protrarre i tempi. Quando il bimbo sarà pronto, in accordo con i genitori e gli educatori, potrà fermarsi per tutto l’orario di frequenza stabilito. La presenza del genitore per questa giornata non è prevista. Il processo di ambientamento potrà, ovviamente, subire variazioni secondo le singole esigenze dei bambini
 
L’ambientamento di genitori /famigliari con il personale educativo e tra loro.

Anche il mondo degli adulti necessita di conoscersi ed incontrarsi all’interno di situazioni autentiche basate  sulla reale fiducia possibile, impegnandosi a costruire relazioni fondate sulla reciprocità e sull’astensione dal giudizio. Nel nostro nido i familiari, che non possono “abitare” nel quotidiano gli spazi, trovano uno spazio specifico anche per loro; uno spazio fisico, mentale emotivo ed affettivo che permette loro di  “sentirsi a casa” assieme ai propri figli, fondando un sentimento di appartenenza.